Ultimo strato di panni sporchi: le vacanze sulla neve del 2010 (marzo)

L’incredibile azzurro negli occhi e l’accento leggerissimo esteuropeo dell’aggiustatore di tapparelle ieri mi hanno lasciata un po’ confusa. Però poi si é confuso lui nel montare la corda e mi ha chiesto di uscire dalla stanza che la mia bellezza lo distraeva. Nei successivi venti minuti di pisolino accanto al mio ragazzo la scena sognata é stata questa, ambientata a Sulina nel distretto di Tulcea. E’ colpa mia, che sono molto facilmente influenzabile, lo ammetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: