Uomini che nelle serate con gli amici insultano le ragazze non all’altezza dei loro standard estetici, mentre a casa sono succubi di fidanzate avvenenti come cinghiali (e forse educate nella stessa foresta)

Io vorrei non essere cagna, ma mia madre dice che se mi reprimo poi mi vengono le rughe. E l’acido ialuronico costa un botto, col più che mi sono dimenticata di fare l’autocertificazione del reddito per i ticket in farmacia (mrd!).

Sicché ve lo voglio dire: é una bestemmia sentire Amy Winehouse cantare una cover di un successo anni sessanta degli – attenti al nome! – Ruby and the Romantics. Era drogata, non scema. Se certa roba non l’ha pubblicata prima c’è un motivo, ed é che si chiamava Amy Winehouse e non Doris Day.

Per cortesia, non cercate più niente in casa sua che non sia la bamba finita sotto il divano – e datemene un po’ che ne avrei veramente bisogno, è già la quarta volta oggi che la sento passare in radio.

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. la Volpe
    Nov 14, 2011 @ 17:44:05

    Mi piace il titolo.

    Mi piace il conenuto.

    Il che mi fa venire in mente una vecchia pubblicità di un thè, forse quello Infrè?

    Dio, che generazione rovinata.

    Rispondi

  2. placcataplatino
    Nov 14, 2011 @ 17:52:19

    Come direbbe il nostro vecchio premier facendo il gesto del vaso davanti all’inguine: – E’ buono ancheee quuuiii!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: