Io volevo farvi un post su mio cugino

Però poi ho cambiato idea perché ho riaperto dopo una vita Msn, tanto per vedere chi c’era. E dopo dieci minuti mi sono ricordata il motivo per cui ho smesso di aprirlo: Matteo. Avrete notato che non mi sforzo nemmeno di scegliergli un nome di fantasia. Lui non ne ha, non se la merita da me.

Matteo è uno di quei personaggi che se possono angustiare il prossimo con domande prive di senso e disturbanti, lo fanno di gusto. Lavora in Mediolanum. Comincia un discorso solo per avere ragione alla fine. O dimostrarti che è superiore. O dimostrarti che sono inferiori gli altri.

M – A momenti oggi mi ammazzo dalle tue parti
P – Davvero?
M – stavo uscendo di strada
P – eh se non hai le gomme da neve in inverno su di lì è dura…
M -ho chiesto aiuto ad alcune persone ma zero totale, poi s’è fermato uno che mi ha aiutato a mettere su le catene e sono arrivato a casa
P (pensando “sì, non è che la gente gira con la scritta Aci”)- l’anno prossimo fai l’investimento, io lo faccio, 300 carte ogni due anni ma sono soldi ben spesi
M – si ma io le avevo le gomme da neve, però era vetroghiaccio
P (“ma che cazzo dici”) – ma dov’eri? ho chiamato mia zia per chiederle se ce n’era e mi ha detto di no…
M – ero prima di serravalle e dopo la val ceno, ah io non andavo e ho messo le catene… mamma mia…. guarda poi le persone erano di uno stronzo…mica uno che m’aiutasse…
P (“stronzo a chi?”) – beh, va detto che su di lì siamo tutti capaci di mettere su le catene, se vedi uno che lo fa a lato strada pensi che lo sappia fare, magari credevano non avessi bisogno…
M – no l’ho chiesto ad alcune persone e mi dicevano “vada indietro che c’è un distributore gliele mettono su…” si ma io non andavo
P -ma non ho capito perchè dovrebbero essere stronzi, voglio dire: io se vedo un uomo di circa trent’anni che è fermo a serravalle a montare le catene, io – che se sto guidando vuol dire che si va tranquillamente – mica gliela dò una mano…
M – beh scusa se vedi uno in difficoltà che ti chiede una mano tu non gliela dai?
P – ma dipende cosa posso fare, se ha un infarto chiamo un’ambulanza, ma le catene a) sono una ragazza, b) se sei in giro con un tempo del genere dovresti comunque saperle mettere su tu, c) magari non lo so fare con le tue catene, d) magari non posso fare sforzi perché ho il mal di schiena il mal di culo i cazzi miei…
M – va beh ma qua si parla di uomini a cui ho chiesto una mano…
P – va detto che a serravalle sono tutti anziani, non esattamente uomini in forma…
M – va beh ma di gente ne passava di tutte le età…
P – ma se passavano vuol dire che si andava…
M – va beh, non lo so, io se vedo uno in difficoltà mi fermo o cmq lo porto al primo distributore … cerco di aiutar come posso…
P (“tu che una volta ti ho chiesto un’offerta per la chiesa che già lavoravi e mi hai detto che non avevi moneta?”) – infatti poi qualcuno si è fermato, voglio dire magari non erano in grado di aiutarti gli altri e il primo che era in grado e aveva il tempo lo ha fatto
M – si ma dopo 80 minuti, che stronzi
P (io lo uccido)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: