Sono morta sulla meta, poi rinata, ed ero una, ma anche tutte le compagne

Voglio dire che questo non sarebbe un post sul giorno dei lavoratori, ma un po’ ci si avvicina. Questo week end ero ad un torneo a Bruges. Per chi pensa che sia un altro modo per chiamare la capitale belga Bruxelles tengo a precisare che no, é un’altra città, a circa un’ora di treno. Lo dico perché io l’ho scoperto atterrando a Bruxelles sabato mattina con un borsone di 20kg ovviamente senza ruote, che mi sono portato a braccia tra navette, autobus, taxi e treno affollato. Ho giocato un casino, con la mia squadra femminile. Quando abbiamo perso ho pianto, quando abbiamo vinto ho sorriso, quando sono tornata a casa ero ancora una volta cresciuta. Io amo l’ultimate frisbee e la mia squadra. I cessi chimici e le palestra adibite a dormitorio un po’ meno. Ma devo dire che potersi sedere su una tazza di ceramica vera dopo tre giorni di sforzi sugli adduttori è un piacere che andrebbe riscoperto per tutti. E’ una cosa che ridà dimensione al valore delle piccole cose. Quello che voglio dire é che se durante la settimana lavori (e magari anche studi) ma poi il week end ti carichi sulle spalle il sacco a pelo e il materassino per andare a casa della regina Beatrice a farti 9 partite da 60 minuti senza intervallo in 72 ore, forse é perché nella vita hai capito che il lavoro é un dovere fino a che resta anche un diritto. Sui campi di Bruges quasi 2000 persone venivano da una settimana di lavoro che per tre giorni è rimasto a casa ad attenderli senza l’angoscia di dovervi tornare o di essere troppo stanchi per farlo, perché l’energia della vita non può essere solo incanalata, deve anche essere espressa nelle passioni e chiunque pensa di essere troppo stanco per fare qualcosa di bello ogni fine settimana dovrebbe fare lo sforzo di domandarsi perché il lunedì si alza lo stesso in cambio di denaro. Non siamo strumenti, siamo persone. Felice festa del lavoro.

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Manu
    Mag 02, 2012 @ 17:26:42

    Best post ever.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: