Cinquantadue minuti

Cinquantadue minuti mi separano dalla Chicco. La mia compagna di squadra vive in tenda, a Carpi, da martedì scorso. Ieri altre scosse di terremoto, oggi piove, ogni tanto le chiedono come sta su facebook, risponde che tutto va bene. Lei come le altre che dormono in macchina. Scrivo messaggi per sapere se hanno bisogno, dicono no, “basta che smettano le scosse, chepalle”. Il “chepalle” é bello. E’ un po’ il riassunto di tutto quello che vorremmo dire quando veramente siamo messi alla prova, ma non ci va di lamentarci. La cultura del lamento dalle mie parti é coltivata quando i problemi non ci sono veramente. E’ un modo di dialogare. Spesso in emilia lo utilizziamo per renderci simpatici agli altri: abbiamo la macchina nuova da una settimana, sì, ma siamo già stati tre volte dal meccanico. Il messaggio é “sono uno sfortunello, non è vero che son sempre felice anch’io”. Poi c’è chi esagera, per esempio ho il vivido ricordo infantile di quelle tre o quattro anziane in perfetta salute che venivano a trovare mia nonna, inferma e bloccata progressivamente in ogni parte del corpo per quasi quarant’anni, che si lamentavano per le vene varicose. Lei era paziente, e ascoltava. In parte perché sapeva che é un modo umano di entrare in empatia. In parte perché del proprio dolore non poteva parlare, appunto perché il lamento, a casa sua, era un privilegio per chi non stava veramente male. Il “chepalle” delle mie compagne di squadra é liberatorio, pulito, dignitoso. Sa di nonna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: