Posso spiegarvelo perché muore un imprenditore. Però non è niente che non potreste capire da soli se “Gomorra” di Roberto Saviano fosse lettura obbligatoria in terza media.


L’umanità misura il tempo in modo ciclico e ricorrente, le ventiquattro ore ripetute ogni giorno, i sette giorni ripetuti ogni settimana, i mesi ogni anno, tutto questo per rendere i nostri calendari dei grossi promemoria di quello che é stato il passato, stampati per il futuro. La misura ciclica serve a scadenzare ogni nostro momento con ciò che fu e quello che sta per succedere. Ogni persona ha un orario, una data, delle cifre che gli rammentano qualcosa. Il 28 di ogni mese, per esempio, io mi ricordo di una storia d’amore che era quasi una galera, e di non sbagliare più. L’anno scorso é morto un amico, undici anni fa migliaia di sconosciuti, trentun anni fa un’intera nazione. La nazione é risorta, gli sconosciuti “sono stati vendicati”, il mio amico dorme in pace. La misura ciclica ravvicina tutto, lo fa sembrare ieri, riassunto in un giorno, anzi, in un istante in cui riguardo ciò che ho visto o a cui altri hanno assistito e mi hanno insegnato: ogni cosa è limpida, come l’acqua buona quando scorre. Se le ferite danno dolore, é solo perché siamo vivi.

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Manu
    Set 11, 2012 @ 14:42:58

    Grazie per aver ricordato anche l’altro 11 settembre.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: