Se mi porta anche due fette di lime e un po’ di menta…

La settimana prossima mi laureo. Il week end scorso ho giocato, e avrei dovuto giocare anche il prossimo. Però ieri, alla settima partita in 36 ore – e le ultime tre erano da 80 minuti – mentre stavo difendendo ho appoggiato male il piede, mi sono girata, ho sentito il rumore come di un ramo che si spezza nel silenzio del bosco sotto il peso della neve (pura poesia sui campi fangosi dell’ultimate frisbee) e ho alzato la mano per  fermare il gioco mentre chiamavo l’infortunio. E poi é stato buio per dieci secondi. In cui ho pensato di tutto, ma pure che forse non era un cazzo. Che io cigolo sempre. Sono foderata di anziano. La mia squadra era intorno e mi ha alzata; ho provato ad appoggiare il piede perché sono appunto foderata di anziano e quindi un po’ testarda. Però c’ho ripensato subito. In dieci secondi tutto il resto: correre in ospedale a fare i raggi, un mio compagno che non giocava che mi segue, passare tre accettazioni, tre sale d’aspetto, in una trovare un’avversaria infortunata, due chiacchiere, poi io tutto bene, niente di rotto, ma la caviglia é gonfia come un ginocchio. Mettici il ghiaccio. Sorrido. Lei no, si é lesionata il crociato. Pensare che sono fortunata, con il mio piedino da elefante sul cuscino, a casa mia, con tutti quanti che mi fanno le coccole. E poi mi chiedono “ma te non ti dovevi laureare tra una settimana?!” e iniziano a sgridarmi perché il mio unico problema era che lasciando il campo la mia squadra facesse più fatica con una in meno. Sapere che abbiamo vinto lo stesso. E che la meta del vantaggio era la mia. Mi laureo tra una settimana. Dovessi andarci in ciabatte, non mi pento di niente.

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Manu
    Apr 09, 2013 @ 13:41:26

    Che un saggio una volta ha detto che quel che conta non è tanto il fine, quanto il percorso.

    Rispondi

    • placcataplatino
      Apr 09, 2013 @ 16:29:26

      I saggi non hanno mai avuto bisogno di laurearsi, e va detto anche questo. Perché secondo me, dopo sette anni di percorso, il laurearsi scalzi per loro diventava anche un po’ una scelta per sfregio…

      Rispondi

  2. Manu
    Apr 18, 2013 @ 14:55:36

    Quindi? Come andò?

    Rispondi

    • placcataplatino
      Apr 18, 2013 @ 16:39:48

      Ho una paresi facciale da tre giorni, giro ridendo come un’idiota. Un’idiota uscita di galera. Un’idiota libera. Per essere libera non ho ancora avuto il tempo di scriverne, però sono fiduciosa.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: