Pressione é passione

Ho deciso che mi iscrivo a Lettere e Filosofia. Tanto in ufficio la mia laurea in Giurisprudenza viene considerata come quella rottura di palle per la quale mi è dovuto un aumento di stipendio, visto che le cose che mi consente di fare vengono sistematicamente delegate ai commercialisti, ai consulenti del lavoro, alla collega diplomata in ragioneria.

Nello studio dell’avvocato invece la mia Laurea Magistrale è assimilata ad un Diploma di Dattilografia. Per esempio, adesso è passato il mio dominus, mi ha visto battere veloce sui tasti questo post, che ovviamente ignora essere tale, e sorridendo ha detto “brava brava, lavora”. Non sa neanche che non ho niente da fare da due ore. Ho riordinato i fascicoli sulla mia scrivania in ordine cromatico, poco fa. Mi annoiavo. Quindi ora sono qui che conto i crediti che servono per accedere alla specialistica di Beni Culturali. A settembre, vaffanculo, mi iscrivo.

Chissà, magari quando lo racconto in studio o in ufficio mi sentirò chiedere “ma tu non ne avevi già una di laurea?”

Per poi aspettare se si ricordano davvero quale.

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. samantagiambarresi
    Mar 04, 2014 @ 03:56:42

    Bella sfida… ma sei sicura di rimetterti a studiare e ricominciare la tortura con i prof??? Anche perché, avendo una laurea in giurisprudenza, ne avrai viste tante vdi cose assurde.

    Rispondi

  2. Erre
    Mar 10, 2014 @ 20:38:01

    Sei il mio mito…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: