Una volpe nel deserto. Ma c’è.

Una volta uscivo con uno sfigato. Capita anche alle persone migliori. Figuratevi a me.

Mi ispirava il fatto che suonasse abitualmente in un gruppo e avesse squisiti gusti in fatto di musica.

Era un maschio maggiorenne che respirava. Di conseguenza aveva anche un sacco di difetti, custoditi in un enorme baule, nel mansardato del suo ego. Un uomo che è andato in giro per anni, dopo che abbiamo smesso di uscire, a raccontare quanto io gli morissi dietro e mi struggessi per lui.

E certo, mi piaceva. Me ne piacevano anche altri tre, intanto. In seguito non mi è piaciuto più nessuno, per un po’. E alla fine mi è piaciuto uno, più di tutti, e di sempre.

Non vi capita mai di immaginare che certe cose della vostra vita siano un po’ come quando vi piaceva uno sfigato?

Nel senso, di aver provato un’attività (sportiva, lavorativa, un hobby, che so…) e poi di aver capito che non faceva per voi. E però di convivere con una nostalgia per qualcosa che non ne vale la pena. E senza razionalità. Perché bisogna pur rinunciare a certi progetti per portarne avanti altri.

Un anno e mezzo fa ho capito di non voler diventare avvocato. Avevo scelto di fare pratica perché uno studio di persone giovani e promettenti mi aveva esposto un progetto di cui volevo essere parte. Ho avuto due anni di tempo per capire che quel progetto non esisteva realmente, o che comunque non comprendeva me. E a me non interessava essere avvocato, ma il progetto. Che, incidentalmente, comprendeva collaborare con persone dagli squisiti gusti in fatto di musica.

Ho deciso di lasciare. Ma tutto il lavoro fatto é rimasto lì. Intendo, proprio fisicamente: sono rimasti i libri studiati sulle mensole, i codici sottolineati, gli appunti. Oggetti che raccontano ogni giorno al mondo quanto tempo io abbia investito su di loro.

Avete mai capito dove finisce la passione che avete sempre messo nelle cose, e dove inizia quel minestrone cucinato con le aspettative degli altri dal vostro spirito di competizione?

Che, pensandoci, il minestrone a me piace. Forse il problema è questo.

 

 

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Il_There
    Giu 28, 2016 @ 16:29:49

    Ti dirò, è sempre rincuorante sapere che ogni tanto ritorni a scrivere. 🙂

    Rispondi

  2. placcataplatino
    Giu 28, 2016 @ 20:43:20

    Rispondi

  3. Punto e virgola G.
    Lug 23, 2016 @ 22:22:08

    Ah.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: